Oggi parliamo della griffonia, un rimedio molto usato per problemi legati all’umore e, nello specifico, alla depressione. Si tratta di una pianta appartenente alla famiglia delle Leguminosae ed il cui nome per intero è Griffonia Simplicifolia. I suoi semi contengono un’alta concentrazione di 5-HTP ovvero 5-idrossitriptofano, un precursore naturale della serotonina.

Come molti sanno, la serotonina è conosciuta come ormone del benessere in quanto svolge delle funzioni basilari nella regolazione dell’umore. Questo neurotrasmettitore non viene prodotto dal nostro organismo che può ottenerlo solo tramite l’alimentazione. Spesso però, sopratutto in soggetti carenti di serotonina, il solo cibo non riesce a sopperire le mancanze e così, ecco che in aiuto, giungono gli integratori. La Griffonia, in questo caso, si rivela particolarmente utile. Essa infatti non appesantisce l’organismo e può essere assunta a lungo. Va ovviamente considerato che trattandosi di un integratore gli effetti non saranno immediati come con un normale farmaco.

Scopriamo gli effetti benefici della Griffonia

  • Regola il tono dell’umore
  • Allevia gli stati depressivi ed ansiosi
  • Può rivelarsi utile nel contrastare gli attacchi di panico
  • Migliora la qualità del sonno
  • È utile per combattere la fame nervosa ed il bisogno incontrollato di zuccheri
  • Affievolisce i fastidi legati alla menopausa
  • È ottima nella lotta contro l’emicrania
  • Migliorando la gestione del sonno la griffonia può rivelarsi utile in soggetti il cui sistema immunitario risulta carente a causa del troppo stress

È utile ricordare che, a livello medico, il suo contributo sembra apportare notevoli benefici in patologie come la fibromialgia ed il morbo di Parkinson, entrambi legati alla mancanza di serotonina.

 

Scopriamo gli effetti collaterali della Griffonia

  • In generale può portare bruciori, nausea e costipazione
  • Può modificare l’effetto di alcuni farmaci come ad esempio la pillola anticoncezionale. Per questo motivo è sempre meglio consultare il proprio medico per verificare eventuali interazioni con ciò che si sta assumendo
  • L’assunzione di griffonia va evitata anche in caso di assunzione di altri integratori con lo stesso scopo come, ad esempio, l’iperico o i triptani. Un sovraccarico di serotonina, infatti, può portare ad effetti avversi come tachicardia o pressione arteriosa alterata
  • In alcuni casi sembra abbia causato una carenza dei globuli bianchi
  • Seppur raramente sono stati riscontrati gravi casi di allergia alla griffonia

L’uso della Griffonia è altamente sconsigliato a chi è già in cura farmacologica per problemi legati alla depressione. Il connubio di Griffonia con antidepressivi può infatti portare ad ottenere effetti del tutto contrari a quelli desiderati. Tra questi ci sono, ad esempio, attacchi d’ansia, tachicardia e stati confusionali.

Fatte le dovute precisazioni, la Griffonia è un buon integratore naturale per chi necessita di un precursore della serotonina. Il 5-HTP ha un rapido assorbimento e viene eliminato facilmente senza risultare tossico per l’organismo. La sua assunzione, inoltre, non provoca assuefazione e può quindi essere protratta nel tempo senza provocare danni all’organismo.

Puoi consultare qui Oltre 900 Studi su questa pianta :

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/?term=griffonia+simplicifolia

Qui potete trovare la Nostra Griffonia + Rodiola