Oggi parliamo del Cordyceps sinensis e delle tante qualità insite in questo fungo molto usato nella medicina tradizionale cinese che da anni lo considera un tonico rinvigorente. Considerato un rimedio in grado di risolvere svariati problemi, sembra che tra i tanti il Cordyceps sia utile per l’infertilità, i cicli irregolari, i problemi di tipo respiratorio, le emorragie, etc…

Il Cordyceps, infatti, per la medicina tradizionale cinese, ha un effetto riequilibrante sui meridiani del polmone e dei reni. Ciò lo rende un toccasana per i problemi respiratori e per quelli che coinvolgono la funzione renale. La sua funzione di tonico, però, non si ferma qui. Questo particolarissimo fungo, infatti, è utile anche se impiegato durante la cura di malattie cardiovascolari o di tipo oncologico. Inoltre è ottimo per chi ha problemi nella gestione dei lipidi.

La sua presenza negli ultimi anni si sta facendo più pressante anche in Occidente. In Cina ed in Giappone è invece utilizzato da tantissimo tempo e negli anni è emerso che il suo uso non è utile solo per via delle tradizioni popolari. Degli studi scientifici hanno infatti dimostrato che i benefici collegati all’uso di questo fungo sono veri e questa consapevolezza lo rende un prodotto di indubbio interesse e sul quale, molto probabilmente, verranno condotti altri studi per cercare di estenderne non solo la diffusione ma anche l’impiego, specie in presenza di determinati problemi di salute.

Vediamo insieme quali sono i benefici derivanti dall’assunzione del Cordyceps

  • Riduce il colesterolo totale aumentando quello HDL
  • È un protettore del fegato e può rivelarsi utile in caso di problemi come epatiti virali, fibrosi o cirrosi epatiche
  • Aiuta a mantenere bassa la pressione
  • Aiuta a mantenere bassi i valori della glicemia nel sangue
  • Protegge il cuore e aiuta in caso di problemi di tipo cardiovascolare
  • Migliora la funzionalità renale
  • Ha un leggero effetto sedativo
  • È ottimo nella lotta contro i tumori ed è considerato addirittura un antitumorale
  • Stimola il sistema immunitario rendendolo più forte
  • È un rinvigorente. Si rivela quindi ottimo per gli sportivi o per chi accusa costante stanchezza fisica

Riguardo alle controindicazioni, nonostante i tanti studi e l’uso che da anni se ne fa in Oriente, questo fungo sembra non dare alcun effetto collaterale,ovviamente come tutti i funghi medicinali NON è da assumere in caso di utilizzo di immunosoppressori , trapianto di organi ed allergie ai funghi  . Per andare sul sicuro è però necessario essere certi della sua provenienza. Nascendo e crescendo nella terra, infatti, assorbe inevitabilmente ciò che c’è nel terreno. Cercate quindi il cordyceps di tipo biologico . Ad oggi esistono già in Europa , boschi incontaminati dove questo fungo viene coltivato e successivamente essiccato al fine di garantire un prodotto salubre e privo di qualsiasi agente tossico.

Curiosità
Oltre a svolgere un ruolo molto importante per la salute, questo fungo viene utilizzato come anti-aging e come afrodisiaco sia dagli uomini che dalle donne. Queste ultimi due usi stanno prendendo sempre più campo anche in Occidente dove la formula in polvere o in capsule è diffusa per lo più tra anziani e giovani sportivi.

Studi

Potete dare uno sguardo agli oltre 1200 studi effettuati  qui :  Pubmed