l’Epilobio è originario del Nord America e dell’Europa, dove l’erba si trova naturalmente a crescere nei fossati. Predilige terreni umidi, aree che sono state bruciate di recente in foreste umide e lungo le sponde dei fiumi.

Anche se l’ Epilobio è stato usato per scopi terapeutici, il più grande beneficio offerto da questa pianta all’umanità è sotto forma di cibo. Diverse tribù native americane consumarono i teneri germogli di Epilobio o cucinarono il midollo del gambo per fare delle zuppe. I coloni francesi in Canada lo tenevano in grande considerazione e lo chiamavano “asperge” o “asparago”, i suoi germogli e le sue foglie ancora oggi vengono usate in molte insalate miste.

I germogli di solito vengono raccolti tra la primavera e l’inizio dell’estate. Sono un’ottima risorsa naturale di pro-vitamina A e vitamina C, beta-sitosterolo,bioflavonoidi, mucillagini, pectina, potassio e tannini.

È stato documentato che gli eschimesi yukik conservavano i gambi raccolti nell’olio di foca al fine di consumarli durante tutto l’anno.

Possiede doti antispasmodiche, toniche e lassative, è astringente per la pelle, viene usato per trattare problemi legati alla prostata in quanto il miricetolo-3-0-beta-D-glucuronide contenuto in esso, ha la particolarità di inibire la liberazione di prostaglandine; utile anche per la vescica e problemi gastrointestinali, tra cui la dissenteria, la colite e la sindrome dell’intestino irritabile, per curare lesioni da ustioni poco gravi, tagli, eruzioni cutanee e molte altre irritazioni e affezioni della pelle.

Con lo stelo esterno dell’ Epilobio si produce un filato simile al cotone per resistenza e tenuta.

In caso di diarrea un decotto preparato con i germogli della pianta è molto efficace. Si può usare anche la tintura madre.

Per ottenere i migliori risultati si consiglia di prendere 10 gocce di tintura madre due volte al giorno, stessa dose per il trattamento di gastrite e diarrea.

Per la prostata esiste un ottimo composto in cui si trovano anche Serenoa, Semi di Zucca, Echinacea Angustifolia Radice, Stigmi di Mais, Parietaria, Radici di Ortica e Corteccia Berberis. Insieme all’Epilobio si otterrà qualcosa di meraviglioso per trattare problemi legati alle vie urinari e soprattutto alla prostata.

Potete trovare questo integratore per la prostata con Epilobio qui