Il suo nome scientifico è Aesculus Hippocastanum L., e appartiene alla famiglia delle Sapindaceae  Hipocastanaceae, in Italia è conosciuto come Ippocastano o Castagno d’India, il nome deriva dal fatto che i suoi frutti in passato erano usati per nutrire cavalli e altri animali.

È originaria dell’India, dell’Asia minore, della Grecia, della Bulgaria, del Caucaso e dell’Himalaya, ora è presente nei giardini di mezza Europa grazie alla sua predilezione per climi temperati.
L’Ippocastano è uno dei migliori rimedi per tonificare le arterie e i capillari. Questa proprietà è attribuita alla sua ricchezza di escina e esculina, due componenti che hanno la capacità di prevenire la formazione di edemi e di aumentare la resistenza dei vasi sanguigni.

Per questo motivo, è stato utilizzato nella medicina tradizionale per doversi problemi che interessano il sistema circolatorio. I suoi principi sono utilizzati anche nell’industria farmaceutica per la produzione di medicinali e nell’industria cosmetica per la produzione di shampoo o altri prodotti per la bellezza della pelle.

Le sue proprietà antinfiammatorie si adattano bene alle vene gonfie e le sue proprietà astringenti si sono rivelate particolarmente utili nel trattamento delle emorroidi e nel trattamento dei problemi della pelle. Grazie alle sua doti astringenti garantite da una buna presenza di tannini, l’Ippocastano è usato in molte applicazioni per risolvere problemi di

Varici: l’uso di questa pianta impedisce la formazione di vene varicose o riduce la loro infiammazione quando si formano, evitando anche le tipiche ulcere che spesso le accompagnano. Ciò si traduce nella riduzione del dolore che causano e può prevenire o ritardare l’ intervento chirurgico .
È ideale come prevenzione per tutte quelle persone che lavorano per lunghe ore in piedi o con scarsa circolazione nelle gambe che spesso sfocia in patologie venose, gambe stanche a causa di un lavoro pesante e continuo, effetto del calore ambientale e conseguente gonfiore e senso di pesantezza degli arti inferiori.

Emorroidi: preparati a base di questa pianta sono usati per controllare o prevenire le emorroidi o le vene dilatate del retto. (Vedi supposte contenenti i principi di questa pianta disponibili nelle farmacie)

Infiammazione delle Vene: le proprietà antinfiammatorie dell’ Ippocastano possono essere utilizzate, oltre che per i due precedenti trattamenti, per un numero di situazioni in cui, per vari motivi, si verifica un gonfiore dei vasi sanguigni, in particolare quando riguarda le gambe.
Si è rivelato utile anche in caso di flebite e tromboflebite e in casi si infiammazione delle vene dello scroto (varicocele), una condizione molto dolorosa…

Prostata: è appropriato nel trattamento di altre condizioni infiammatorie come per la crescita benigna della prostata dove aiuta a ridurre l’infiammazione e riducendo la sensazione di dover urinare spesso. 

Diarrea: per le sue proprietà astringenti, l’uso della corteccia in decotto è adeguato per fermare la diarrea.

Incontinenza urinaria: la corteccia di questo albero è astringente, quindi è appropriato nel trattamento dell’incontinenza.

Cellulite: molte creme anticellulite fitoterapiche contengono Ippocastano. Le sue doti drenanti e astringenti sono apprezzabili anche per uso esterno.