Cordyceps: forza, vigore ed ossigenazione

Originario dell’altopiano tibetano, il Cordyceps sinensis è uno dei funghi medicinali più benefici e venerati, al punto che nell’antica Cina il suo utilizzo era un tempo riservato esclusivamente alla famiglia reale. Si sviluppa parassitando le larve di insetti ad altitudini elevate, nei terreni prativi del Tibet, del Nepal e del massiccio dell’Himalaya.

È balzato agli onori della cronaca in Occidente quando, nel 1993, le atlete cinesi polverizzarono i record mondiali ai National Games of China ed ai campionati del mondo di atletica leggera di Stoccarda, e fu successivamente rivelato che le loro straordinarie prestazioni fossero imputabili a trattamenti a base di questo fungo. Il consumo di Cordyceps sinensis è, infatti, consigliato agli sportivi che desiderino incrementare la propria resistenza fisica.

Noto da millenni per le sue proprietà rinvigorenti, toniche e rigeneranti, il Cordyceps sinensis ha grandi effetti benefici sull’organismo umano ed aiuta a combattere i disturbi epatici, renali e cardiaci. Conosciamolo meglio.

Valori nutrizionali

Conosciuto anche come Caterpillar Mushroom, il Cordyceps è ricco di:

  • proteine;
  • beta-glucani;
  • polisaccaridi;
  • vitamine;
  • minerali, tra cui calcio, ferro, magnesio, manganese, sodio, potassio e zinco;
  • oligoelementi;
  • grassi insaturi (linoleico ed oleico)
  • grassi saturi (palmitico);
  • peptidi;
  • nucleosdi (adenosina, guanosina ed uridina);
  • steroli;
  • fitosteroli (ergosterolo, importante precursore della vitamina D2).

I polisaccaridi contenuti nel fungo sono lunghe catene di zuccheri contenenti un gran numero di sezioni di ossigeno. Quando i polisaccaridi vengono scomposti, le molecole di ossigeno contenute al loro interno vengono rilasciate ed assorbite a livello cellulare. Per questo il Cordyceps rappresenta una straordinaria fonte naturale di ossigeno per il nostro organismo.

Proprietà benefiche del fungo Cordyceps

Le proprietà terapeutiche del Cordyceps sinensis sono conosciute da millenni in Cina ed in Tibet, dove il fungo è considerato un tesoro medicinale, e la moderna ricerca ne avvalora l’efficacia.

Molti studi confermano le tante proprietà benefiche del Cordyceps, in particolare la sua azione:

  • antiossidante;
  • immunostimolante;
  • adattogena;
  • ipoglicemizzante;
  • ipocolesterolemizzante;
  • antitumorale;
  • cardioprotettiva;
  • antidepressiva;
  • epatoprotettiva;
  • antiipertensiva;
  • emopoietica;
  • antivirale;
  • afrodisiaca.

L’utilizzo del fungo Cordyceps è stato sperimentato contro l’HIV ed il Papilloma virus.

Migliora la resistenza fisica

Come accennato, l’assunzione di questo alimento può rivelarsi estremamente utile per gli atleti che desiderano potenziare la resistenza fisica e, in generale, per chi lamenta stanchezza e ridotta efficienza fisica.

Il consumo di questo fungo favorisce un aumento di adenosina trifosfato (ATP) nell’organismo, e dunque di energia cellulare. L’ATP rappresenta, in buona sostanza, la batteria dell’organismo. A differenza di quanto accade con la maggior parte dei tonici energetici, anche fitoterapici, il Cordyceps non è un eccitante, e non rischia, quindi, di causare irrequietezza o disturbi del sonno.

Migliora la funzionalità renale

Il fungo Cordyceps aiuta a migliorare la funzionalità renale, come dimostrato da studi clinici condotti presso l’Università cinese di Hong Kong. La sua assunzione porta beneficio ai reni affaticati e compromessi.

Effetto epatoprotettivo

Questo fungo è utile nella prevenzione e nel trattamento di epatiti croniche e sub-croniche, steatosi epatica, fibrosi del fegato, cirrosi epatica e patologie epatiche correlate.

Antiossidante

Il fungo Cordyceps ha poderose proprietà antiossidanti e di protezione dai danni indotti dai famigerati radicali liberi, soprattutto a livello cerebrale.

Migliora la salute cardiovascolare

Tonico ed ossigenante per il cuore, questo fungo è utile nel trattamento dei disturbi del ritmo cardiaco, senza alcun effetto collaterale, e può essere d’aiuto anche in caso di aterosclerosi, ischemia miocardica e patologie correlate.

Migliora la funzione respiratoria

Vari studi scientifici effettuati in Cina hanno dimostrato i benefici indotti dal fungo Cordyceps sinensis nell’alleviare i sintomi di vari disturbi respiratori, tra cui asma, bronchite cronica e patologie polmonari ostruttive.

Abbassa i livelli di colesterolo e glicemia

Il Cordyceps contribuisce a ridurre il colesterolo totale ed i trigliceridi, e, al contempo, ad aumentare il colesterolo “buono” HDL. Aiuta, inoltre, a riequilibrare la glicemia riducendo i livelli di glucosio nel sangue.

Azione antitumorale

Grazie all’elevato contenuto di beta-glucani e polisaccaridi, il Cordyceps può essere utile nella prevenzione e cura di molti tumori, tra cui il carcinoma bronchiale, il melanoma, il cancro prostatico e mammario non ormonodipendente. Studi clinici effettuati nel 2014 in Giappone ne avvalorano le proprietà antitumorali. I risultati sono stati pubblicati sul Journal of Pharmacological Sciences.

Tonico sessuale

Nell’uomo, il fungo Cordyceps aiuta a contrastare l’impotenza e la sterilità, come dimostrato da studi clinici effettuati nel 2016 a Taiwan. Questo fungo favorisce un incremento della quantità e motilità degli spermatozoi. La sua assunzione contribuisce ad innalzare i livelli di testosterone nel sangue ed aumentare il flusso sanguigno agli organi sessuali, favorendo erezioni più durature, senza alcun effetto collaterale.

Nella donna, il fungo Cordyceps migliora la libido e contrasta la frigidità, stimolando il desiderio sessuale e le ovaie, grazie alla cordicepina. È altresì utile nel trattamento dell’amenorrea, ossia l’assenza di mestruazioni nelle donne in età fertile, in quanto aiuta a regolarizzare il ciclo mestruale.

Insonnia, depressione e disturbi d’ansia  

Grazie al suo lieve effetto sedativo, questo fungo aiuta a regolare il ciclo sonno-veglia in presenza di insonnia, disturbi del sonno e difficoltà di addormentamento. Grazie all’azione dell’adenosina, il Cordyceps funge da antidepressivo naturale e può rivelarsi utile in caso di ansia, angoscia, depressione e disturbi psicosomatici, in quanto aiuta a migliorare il tono dell’umore, senza effetti collaterali.

Modalità di assunzione e dosi consigliate

Il nostro Cordyceps sinensis è disponibile in confezioni da 100 grammi. Si consiglia di assumerne da 2 a 6 grammi al giorno, equivalenti a uno e tre cucchiaini a tè, a seconda delle esigenze.

Tuttavia, prima di iniziare il trattamento si consiglia di consultare un medico per ricevere precise indicazioni sul dosaggio e sulle modalità di assunzione.

Controindicazioni

L’utilizzo del fungo Cordyceps nella medicina tradizionale cinese è sempre stato considerato sicuro. La Food and Drug Administration (FDA), autorevole ente statunitense preposto al controllo alimentare e farmacologico, lo classifica come alimento “generalmente riconosciuto come sicuro”. Tuttavia, analogamente agli altri miceti terapeutici, se ne sconsiglia l’assunzione in gravidanza ed allattamento, in caso di allergie ai funghi, trapianti di organi e trattamenti con immunosopressori .